Metodi per realizzare un’antenna DVB-T2 per ricevere la televisione digitale

Se non desideri acquistare
un’antenna DVB-T2 per la TV digitale, puoi realizzarla da solo usando mezzi improvvisati. Poiché non esiste un design che possa funzionare con successo in condizioni diverse, è necessario scegliere la versione più adatta di un dispositivo fatto in casa, a seconda della situazione specifica.
Antenna fatta in casa per T2

Antenne semplici

Se è urgente costruire un’antenna DVB T2 e l’elenco dei materiali disponibili è limitato, è possibile assemblare un dispositivo elementare da soli.

Antenna “latta” (lattina)

Si monta in modo semplice e veloce. Una buona ricezione richiede un segnale di alta qualità senza ostacoli. L’effetto maggiore può essere ottenuto nelle aree suburbane e nelle piccole città. Per la produzione hai bisogno di:

  • lattine di birra – 2 pezzi.;
  • cacciavite, bulloni, viti;
  • spina, cavo;
  • filo di rame (piccolo pezzo);
  • nastro adesivo o nastro isolante;
  • bastoncini di legno – 2 pezzi

Per l’antenna, è necessario realizzare una cornice a forma di croce in legno. Quindi facciamo quanto segue:

  1. Facciamo dei fori per i bulloni al centro del fondo delle lattine.
  2. Rimuoviamo l’isolamento del cavo senza intaccare il contorno esterno, di lunghezza pari a tre vasi + altri 20 cm.
  3. Stendiamo il cavo da un foro all’altro, mettendo le lattine con il collo in parallelo. Fissiamo il cavo all’estremità con un bullone o una vite autofilettante.
  4. Fissiamo il cavo dal foro e la sua parte nuda tra le lattine e il filo.
  5. Fissiamo le lattine con nastro adesivo o con nastro isolante (un giro è sufficiente) alla striscia del telaio, situata orizzontalmente.
  6. Attacchiamo la spina.

Non danneggiare il cavo piegandolo, altrimenti non otterrai un buon segnale. Non lesinare sulla sezione nuda del cavo: hai un margine di 0,2 m.

Ora determiniamo la distanza richiesta tra i barattoli. Colleghiamo la spina e le spostiamo lungo la barra fino a ottenere un segnale stabile. Di norma, l’effetto maggiore si ottiene a una distanza di 7 cm da un barattolo dall’altro. Dopodiché, li fissiamo saldamente al contorno. Se l’antenna viene utilizzata all’aperto, coprirla con polietilene o realizzare una cornice di plastica. È possibile collegare il dispositivo a un gancio. Se all’uscita del foro rimangono più di 2 cm di cavo nudo avvolgere la sezione in eccesso con nastro isolante. Come realizzare una semplice antenna dalle lattine è mostrato in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=kt8u3U-Hp8g

“Un ciclo continuo”

La parte attiva è un cavo TV. Questa antenna è realizzata in questo modo:

  1. Scollegare il cavo dall’antenna difettosa.
  2. Ripuliamo la fine.
  3. Misuriamo 0,4 m, rimuoviamo l’isolamento di 20 mm, cercando di non danneggiare il circuito esterno.
  4. L’area nuda e il segmento che è stato pulito sono fissati saldamente in parallelo con il filo.

Di conseguenza, dovresti ottenere un cerchio (poco più di 0,15 m di diametro) dal cavo come ricevitore. Successivamente, al centro opposto al lato del punto di incollaggio, misurare 40 mm e rimuovere l’isolamento. L’antenna può ora essere utilizzata. Lo svantaggio del dispositivo è il suo rumore, poiché l’estremità del cavo è aperta. Ma per un uso temporaneo, un’antenna del genere andrà bene. Come realizzare una semplice antenna a telaio con un cavo è mostrato nel video qui sotto: https://www.youtube.com/watch?v=XdD3nANJbQY

Per un’antenna del genere, hai sicuramente bisogno di un sintonizzatore T2 o la TV deve avere un T2 integrato.

Antenna fuori dalla scatola

Il materiale di partenza per la fabbricazione del dispositivo è una scatola di cartone. Da esso tagliamo 2 rettangoli 0,25×0,3 m È inoltre necessario preparare:

  • TV via cavo con spina;
  • bulloni, dadi (2 pezzi);
  • cacciavite, lama di rasoio;
  • filo (preferibilmente rame);
  • carta o pellicola commestibile;
  • colla (l’ufficio va bene).

Ritaglia 2 quadrati dalla carta commestibile (il perimetro dovrebbe essere come dei fogli di cartone). Li incolliamo saldamente sul cartone vuoto. Rimuovi i resti di colla.

Evitare spazi e sporgenze quando si applica la pellicola al cartone, altrimenti la qualità di ricezione sarà scarsa.

I quadrati realizzati diventeranno la parte ricevente dell’antenna. Ora colleghiamo il cavo. Con una lama facciamo dei fori per i bulloni – agli angoli dei quadrati (lati adiacenti). Quindi disegniamo il contorno interno su uno dei fori e il contorno esterno (involucro metallico) sull’altro. Fissiamo i contatti con bulloni. Troviamo una ricezione stabile collegando il cavo alla TV. Spostare i quadrati mantenendo paralleli i lati adiacenti. Dopo aver trovato la distanza richiesta, fissiamo i quadrati al telaio. Guarda il video per una guida passo passo alla realizzazione di un’antenna di questo tipo: https://youtu.be/gwqKRAePtZw

Utilizzare il dispositivo solo come
antenna interna , poiché la pellicola non resiste alle influenze esterne.

Antenna Z – antenna decimetrica per televisione digitale DVB-T2

Questo dispositivo fatto in casa è anche chiamato “Square”, “People’s Zigzag”, “Rhombus”. La figura seguente mostra una versione semplificata del classico zigzag. Per aumentare la sensibilità, è dotato di inserti capacitivi (1, 2) e di un riflettore A. Ciò non è richiesto a un livello di segnale accettabile. Per realizzare un’antenna con le tue mani, avrai bisogno di tubi in rame, alluminio, ottone o una striscia di 0,1-0,15 m Quando si installa la struttura all’aperto, l’alluminio è meno adatto a questo a causa della sua suscettibilità alla corrosione. Lamina, stagno o rete metallica è adatta per la produzione di inserti capacitivi. Dopo l’installazione, devono eseguire una saldatura di contorno.

Il cavo deve essere posato senza curve strette e all’interno dell’inserto laterale.


Antenna Z di onde decimaliAntenna Z per onde decimali [/ caption] La versione classica dell’antenna Z è caratterizzata dal funzionamento su 1-5 o 6-12 canali. Per farlo, devi fare scorta di:

  • doghe in legno;
  • filo smaltato di rame 0,6-1,2 mm;
  • frammenti di fibra di vetro (rivestiti di pellicola), dimensioni per i canali 1-5 / 6-12 corrispondenti:
    • A = 340/95 cm;
    • B, C = 170/45 cm;
    • b = 10 / 2,8 cm;
    • H = 30/10 cm.

E – questo punto è caratterizzato da potenziale zero – la treccia deve essere saldata alla piastra metallizzata per il supporto. Parametri del riflettore (anche per i canali corrispondenti 1-5 / 6-12):

  • A = 62 / 17,5 cm;
  • B = 30/13 cm;
  • D = 320/90 cm.

Di seguito sono presentati un altro diagramma e spiegazioni aggiuntive che aiuteranno a montare l’antenna:
Antenna Z di onde decimali

Antenna attiva sintonizzabile fai-da-te per TV digitale:

https://youtu.be/l1PuJLS7BlM

Antenna otto

È considerato uno dei dispositivi fatti in casa più comunemente usati per la ricezione della TV digitale. Ha anche un altro nome:
l’antenna di Kharchenkoo biquadrat. È un quadrato doppio romboidale. Questo dispositivo può essere utilizzato con successo in varie condizioni, l’unica eccezione sono gli edifici super densi, poiché impediscono la ricezione dei segnali riflessi. Quando si progetta la figura otto, è necessario effettuare i calcoli corretti, tenendo conto della lunghezza d’onda. Tutti i lati del quadrato e la mezza lunghezza della sezione d’onda devono corrispondere tra loro. Di conseguenza, il perimetro sarà uguale alla lunghezza dell’onda stessa. Ad esempio, per DTV nell’area metropolitana, sarà rispettivamente di 0,6 m, un lato – 0,15 m. Per realizzare un’antenna del genere, è necessario fare scorta di rame (2-3 mm) o alluminio (5-6 mm ) filo. Secondo l’intento costruttivo, saranno necessari due quadrati. È necessario tagliare 2 cm dalle estremità del filo e fissarli l’uno all’altro in modo chein modo che il risultato sia una struttura monolitica: 2 quadrati e un angolo comune.

Assicurati di isolare tra loro le estremità incollate delle coppie di cavi, altrimenti l’antenna emetterà solo un segnale.

Un semplice raggio viene solitamente utilizzato per il telaio. Se tutte le azioni vengono eseguite correttamente, il ricevitore viene immediatamente fissato saldamente, poiché non è necessario verificarne la funzionalità. Il cavo è saldato esattamente al centro, alla giunzione delle estremità del filo in uno dei punti. Guarda il video su come realizzare un’antenna biquadrat con le tue mani: https://www.youtube.com/watch?v=3o0ZBUcL2f0

Canale d’onda in tre o quattro pezzi

Per l’antenna a tre elementi di tipo classico “onda” sono caratteristici i seguenti componenti:

  • regista, che ha la lunghezza più piccola ed è diretto verso la torre della televisione;
  • un vibratore rettangolare;
  • riflettore.

Il guadagno del dispositivo è fino a 6 dB. L’antenna è in grado di captare il segnale DVB-T2 riflesso dal centro TV a circa 5 km di distanza o in visione diretta fino a 30 km. Non dando molto guadagno, un tale dispositivo non è adatto per la ricezione a lunga distanza dei segnali indicati. Per aumentare il guadagno, è necessario armare la struttura con dieci o più elementi. È molto difficile realizzare da soli un’antenna del genere. È ottimale avere tre o quattro elementi. L’algoritmo delle azioni è il seguente:

  1. È necessario fare scorta di filo di rame o un tubo da 0,2 a 0,5 cm di diametro. Il riflettore, il regista e il vibratore sono saldati alla guida del dispositivo.
  2. La struttura è montata su un polo dielettrico posto accanto al cavo. L’antenna è abbinata ad esso con un pezzo di cavo dell’antenna – Curva a U, resistenza alle onde 75 Ohm. La sua lunghezza viene moltiplicata per il fattore di accorciamento insito nella marca del cavo utilizzato.
  3. Il vibratore dell’antenna è saldato su entrambi i lati con i conduttori centrali del gomito a U. Questi ultimi sono collegati allo stesso modo agli schermi del cavo in uscita e il suo nucleo centrale è collegato al vibratore dell’antenna.

L’aggiunta di un direttore aiuterà ad aumentare il guadagno di un massimo di 2 dB, che all’uscita fornirà un’antenna a quattro elementi e un aumento dell’area di ricezione stabile di diversi chilometri.

Il processo di produzione per un’antenna a canale d’onda in tre pezzi è mostrato in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=aLY0_7brvbo

Quadrato doppio (triplo)

L’auto-fabbricazione di questa antenna è simile in termini di calcoli con un dispositivo biquad. La caratteristica del design è la disposizione di più quadrati identici uno dopo l’altro. La principale differenza rispetto all’ottava antenna è la mancanza di ricezione di un segnale stabile dal ripetitore TV, che si trova a una distanza considerevole. Lo scopo del doppio (triplo) quadrato è ricevere segnali quando la radiazione di fondo è alta. Spesso, una torre televisiva in edifici altamente compattati, sebbene si trovi nelle vicinanze, potrebbero esserci altre torri riceventi di varie frequenze che annegano l’onda decimetrica. Questo dispositivo fatto in casa è in grado di ricevere onde di una certa lunghezza senza problemi e il design multi-livello del dispositivo funge da amplificatore. I quadrati possono essere facilmente montati su una barra. Per montare il dispositivo verticalmente,il treppiede (gambe) può essere un elemento conduttivo spesso (TE).

Collega i quadrati tra loro non nell’area attiva, ma solo con l’aiuto di TE in uscita. Se questo non funziona, spellare ulteriormente il cavo e saldarlo agli angoli inferiori dei quadrati, quindi fissarlo alla barra.

Dopo aver completato l’assemblaggio di diversi quadrati, fissarli temporaneamente e, cambiando la distanza tra loro, identificare la ricezione ottimale del segnale, quindi fissarla saldamente. Come creare un’antenna da diversi biquad per aumentare il guadagno è mostrato in questo video: https://youtu.be/6mCVeQgPqvE

Antenna DVB T2 “Butterfly” (“Moth”)

Strutturalmente, tale antenna è caratterizzata da antenne verticali. In un certo senso, tali dispositivi sono simili ai dispositivi di tipo pin di fabbrica per la TV digitale prodotti in Polonia, ma differiscono per il fatto che utilizzano un frame invece di un phased array. Per creare una “farfalla” con le tue mani, devi fare scorta di:

  • trapano e viti autofilettanti;
  • righello e goniometro;
  • pinze;
  • filo (6 mm) in alluminio, lungo 3 m;
  • bulloni e dadi (16 pz.) o un saldatore;
  • con un bastone di legno.

Di norma, le antenne di fabbricazione polacca per la TV digitale sono progettate per l’installazione all’aperto, il che significa che questo design dovrà essere installato anche all’aperto. Per resistere a forti venti, è meglio usare un filo di alluminio più spesso invece del filo di rame (3 mm) per antenne lunghe.

I programmi televisivi digitali funzionano con 21 canali televisivi fisici (frequenza 314 MHz, lunghezza d’onda 0,63 m). Ciò è correlato alla massima radiazione del ripetitore dell’RTRS. La lunghezza richiesta dell’area attiva è 0,16 m, per tutte le antenne – 2,56 m Pertanto, sarà sufficiente un filo di tre metri.

Il bastoncino è usato come cornice, la sua lunghezza deve essere di almeno 0,6 m Sul telaio è necessario segnare per le “antenne”. Questo è fatto in questo modo:

  1. Segniamo 4 punti a una distanza uguale (0,2 m).
  2. Tracciamo linee dai punti, dovrebbero trovarsi parallele l’una all’altra e perpendicolari al telaio.
  3. Misuriamo angoli adiacenti di 30 gradi (2 a sinistra e 2 a destra) da linee rette e inseriamo punti.
  4. Disegna linee ad angolo rispetto ai punti designati da quelli centrali. Queste linee serviranno da guida per l’installazione delle antenne.

Tenendo conto della mezza lunghezza della sezione d’onda di 0,15 m, analizzeremo due opzioni per la produzione indipendente di tale antenna.

Produzione utilizzando un saldatore

In questo caso, verrà dedicato molto meno tempo alla produzione della struttura. I prodotti in metallo sono fissati in parallelo su un bastone di legno. Per questo, vengono utilizzati 4 pezzi di acciaio (vengono successivamente collegati) o filo. Per vedere le marcature del TE, il telaio in legno deve rimanere aperto. I punti di adesione delle antenne fungeranno da punti principali sulla marcatura e le linee tracciate ad angolo serviranno come posizione. Prendiamo il filo, tagliamo 16 segmenti (0,15 m ciascuno) con pinze e saldiamo le antenne da essi, raggruppate in 4 pezzi, in tutti i punti designati.

È auspicabile che tutti i gruppi di elementi siano avvolti con nastro isolante.

Imbullonato

Questa opzione non richiede alcuna aggiunta di metallo alla struttura in legno, di conseguenza il dispositivo sarà più leggero. Il bastone viene scelto con i seguenti parametri: larghezza – 4 cm, spessore – da 2 cm Innanzitutto, le “fosse” sotto le antenne vengono preparate con un trapano. Sono fatti dal lato del bastone con un angolo più profondo lungo la linea sul segno. Successivamente, vengono praticati i fori, passando attraverso i fori tangenziali. La cornice è pronta. Tagliare pezzi di 0,17 m dal filo (con un margine), approfondire le antenne preparate nelle fosse di 2 cm, quindi fissarle saldamente con dadi e bulloni. Avvolgiamo le antenne con un filo sottile, ci colleghiamo tra loro.

La produzione di un’antenna in questo modo richiede più tempo, ma l’output è una struttura più durevole di una saldata.

In questo video viene mostrato come realizzare un’antenna a farfalla imbullonata: https://www.youtube.com/watch?v=zGpHdvDyt6s

Antenna N. Turkin per ricezione televisiva digitale

Il dispositivo è costituito da 6 anelli di filo metallico, che fungono da vibratori attivi ed elementi passivi e sono fissati su una guida dielettrica. Questa antenna ha una migliore efficienza di ricezione rispetto al triplo quadrato, quindi è spesso installata per ricevere segnali DVB-T2 a lungo raggio. L’antenna di N. Turkin è un’antenna a banda stretta, pertanto durante la sua installazione saranno necessarie impostazioni precise. Deve essere installato nella regione in cui è presente un solo multiplex (se ce ne sono due, devono essere su canali vicini). Se sono distribuiti su un numero maggiore di canali, la ricezione sarà di scarsa qualità. Il dispositivo è costituito dalle seguenti parti:

  • barra dielettrica su cui viene eseguita l’installazione;
  • direttori D1 ÷ D3 con riflettore R – elementi passivi;
  • V1, V2 – vibratori;
  • anelli di ferrite (mettere il cavo vicino alla connessione ai vibratori) – un dispositivo corrispondente.

La base per il collegamento dei vibratori attivi è un quadrato svizzero: una connessione a forma di croce di anelli con tagli inferiori dal basso.

Per l’installazione avrai bisogno di:

  • determinare la gamma di frequenza del DVB-T2;
  • effettuare un calcolo accurato delle dimensioni del dispositivo;
  • fare i dettagli, saldare lo schema elettrico.

I dati iniziali sulla frequenza e sui numeri dei canali per il calcolo possono essere trovati sui servizi degli operatori televisivi DVB-T2. Considereremo la trasmissione televisiva digitale sul canale 40, 626 MHz. Distanza (L) tra gli elementi – 29, 72, 96, 60, 96 mm (totale – 353 mm). Lunghezze circolari: 470, 465, 460, 484, 489, 537 mm.
Antenna TurkinaDopo aver deciso i parametri, mettiamoci al lavoro:

  1. Selezioniamo un blocco di legno (la sua lunghezza dovrebbe essere leggermente superiore a 353 mm) per una barra isolante, filo di rame (preferibilmente 2,5 mm quadrati e 4 m di lunghezza).
  2. Segniamo i fori su cui saranno attaccati gli anelli e li foriamo.
  3. Produciamo vibratori attivi ed elementi passivi. Tagliamo il nucleo di rame lungo la circonferenza di ogni anello. Pieghiamo tutti i segmenti con anelli. Per i vibratori attivi, le estremità degli anelli sono realizzate con uno spazio, quindi aumentiamo la lunghezza dei segmenti di 8 cm, piegandoli ad angolo retto sul lato. Saldare trasversalmente all’inizio del successivo.
  4. Accorciamo le cascate degli elementi passivi, montandole successivamente su un’asta dialettica. Saldiamo le estremità dell’anello.
  5. Installiamo registi nella traversata. Passiamo un sottile ponticello di rame, spingiamo l’anello del vibratore su entrambi i lati. Avvolgiamo il maglione lungo il punto in scatola su entrambi i lati e lo saldiamo.
  6. Montiamo vibratori.
  7. Installiamo il riflettore.
  8. Colleghiamo il cavo.
  9. Controlliamo la qualità della ricezione.

Prima di iniziare a creare un’antenna per la TV digitale, è necessario sapere qual è il formato migliore per DVB-T2. Avendo familiarizzato con diversi tipi di antenne fatte in casa, puoi scegliere l’opzione più ottimale per il tuo caso.

Televisione digitale.
Comments: 3
  1. Сергей

    Прочитал статью с большим интересом, для россиян очень полезная информация в период всеобщей цифровизации телевидения. Не всегда есть возможность купить хорошую антенну для приема сигнала DVT-T2 формата. Например, антенну-восьмерку делал своими руками и работала на прием лет восемь, пока не купил новый телевизор и антенну. Очень просто собирается и обеспечивает качественное изображение. Если кому-то надо по-быстрому Т-2 антенну – «восьмерка» идеальный вариант. Незатейливый вариант антенны из двух баночек из-под пива тоже, как вариант. Сам не встречал, а сарафанное радио сообщало, что прием цифрового сигнала неплохой.

  2. Анна

    Я прочитала статью о способах изготовления DVB-T2 антенны для цифрового телевидения и поняла, что существуют разные виды антенн, их можно, как купить,так и изготовить самим. Если кому-то надо по-быстрому Т-2 антенну – «восьмерка» идеальный вариант. Незатейливый вариант антенны из двух баночек из-под пива.Прием цифрового сигнала хороший. Антенна Н. Туркина является узкополосной Ее нужно устанавливать в том регионе, где имеется только один мультиплекс.

  3. Анатолий

    Спасибо,молодец! Толково,красиво и без современного слэнга и выпендривания.сделал ант. Харченко, 43-км. от Омска. Смотрю оба мультиплекса.Еще раз -спасибо.

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: